Print Friendly and PDF

LETTERA AI RAGAZZI DELLA CRESIMA

Lettera di don Fernando ai nuovi cresimandi

LETTERA AI RAGAZZI DELLA CRESIMA

Cari ragazzi, sono molto felice delle Cresima che vi viene conferita oggi, 28 ottobre, anche se temo che non leggerete questa lettera: non tutti infatti leggono il notiziario settimanale della parrocchia che è ogni domenica in fondo alla chiesa. Confido che ci sia qualcuno che vi segnali la presente, che ho scritto per voi. Oggi dunque ricevete la Cresima, un giorno bello per la vostra fede: lo Spirito di Dio v’invaderà e vi renderà ‘ragazzi nuovi’. Da questo giorno la parrocchia potrà e dovrà contare su di voi, perché la Cresima vi abiliterà ad essere testimoni del Vangelo. Dio muore dalla voglia di vedervi suoi collaboratori. Siete ormai nell’adolescenza, un’età molto delicata, nella quale sempre più voi, e solo voi, vorrete essere i protagonisti della vostra vita. Bè, sappiate che la Cresima che ricevete vi sosterrà in questo vostro desiderio di rendere un po’ più bello il nostro mondo. Un’intenzione particolare affido al Signore: che vi tolga, qual ora vi venga, la tentazione di abbandonarlo. Ve lo confesso: la mia paura è che come tanti altri negli anni passati, anche voi, dopo il 28 ottobre, smettiate di frequentare la parrocchia. Non fate questo errore: Dio è troppo importante perché se ne possa fare a meno.
Auguri, ragazzi. Siate riconoscenti ai vostri genitori, ai vostri catechisti e soprattutto a Dio. Vi saluto e, dai banchi della cappella dell’adorazione dove ho maturato l’idea di questa lettera, vi garantisco una preghiera speciale. La Madonna del Rosario, che abbiamo ricordato lo scorso 7 ottobre, vi tenga per mano e vi custodisca.
Vostro aff.mo
Don Fernando