Print Friendly and PDF

INIZIA L’AVVENTO!

Da un ‘Angelus’ domenicale di Giovanni Paolo II

INIZIA L’AVVENTO!

Carissimi fratelli e sorelle!
La domenica d’Avvento, con la quale iniziamo oggi il cammino di un nuovo anno liturgico, suggerisce alla nostra mente pensieri di conforto e di speranza. Il tema fondamentale dell’Avvento è dato infatti dall’annuncio profetico: “Il Signore viene”. Alla luce di queste parole noi siamo invitati ad “alzarci e a levare il capo”, perché come dice il Vangelo di questa domenica, “la nostra liberazione è vicina” (cf. Lc 21, 28). La Chiesa vive questo annuncio di liberazione in Cristo, attingendo senza stancarsi alla grazia di questa speranza e cercando continuamente le vie per realizzarla fra le generazioni umane che si susseguono sulla faccia della terra.
L’Avvento si concluderà col Natale e condurrà, quindi, ogni uomo di buona volontà alla grotta di Betlemme, affinché riconosca in quel bimbo il Signore dell’universo e il suo redentore. Al tempo stesso, però il cristiano è invitato a guardare oltre: alla luce della parola di Gesù, che preannuncia il suo ritorno al termine della storia, il cristiano sa di doversi preparare ad una seconda venuta di Gesù, quella definitiva e gloriosa, che coronerà il disegno salvifico di Dio nel mondo.
La comunità cristiana, come Popolo di Dio in cammino, ha il compito di farsi testimone di fronte al mondo di questa attesa, annunciando la nuova venuta del Signore, allorché il tempo lascerà il posto all’eternità. (..) Viviamo insieme a Maria questo tempo di attesa e chiediamole di guidare i nostri passi incontro al Signore. Ella oggi ci ripete con il suo Figlio: “Alzatevi e levate il capo, perché la vostra redenzione è vicina!”.
Da un ‘Angelus’ domenicale di Giovanni Paolo II