Categorie

Elenco Categorie:

Consegnata la nuova Lettera Pastorale “Vieni e vedrai”

CONSEGNATA LA NUOVA LETTERA PASTORALE “VIENI E VEDRAI”

Domenica 13 novembre, durante la celebrazione eucaristica per la solenne conclusione del Giubileo della Misericordia, con la chiusura della Porta Santa della Cattedrale, è stata presentata la seconda Lettera Pastorale del vescovo Massimo Camisasca dal titolo “Vieni e vedrai”.

Il Vescovo incontra i giovani

IL VESCOVO INCONTRA I GIOVANI

Il vescovo Camisasca parla della misericordia ne “I Promessi Sposi”.
Ecco gli appuntamenti in calendario, promossi dal Servizio diocesano per la Pastorale giovanile nei prossimi tre venerdì sera, tutti nella Cattedrale a Reggio Emilia con inizio alle 20.45.

Elenco degli incontri:
• 26 febbraio: La misericordia nella vita di A. Manzoni
• 4 marzo: Lucia: “Dio perdona tante cose per un’opera di misericordia”
• 11 marzo: Fra Cristoforo: “Può esser castigo, può esser misericordia”

"CONVOCAZIONE DIOCESANA"
DOMENICA 18 OTTOBRE IL VESCOVO MASSIMO SI RIVOLGERÀ AI FEDELI DELLA DIOCESI IN DIRETTA SU TV-TELETRICOLORE

Nel corso della trasmissione, curata dal Centro diocesano per le Comunicazioni sociali, dopo aver guidato un breve momento di preghiera il Vescovo presenterà il tema pastorale e risponderà ad alcune domande formulate dai Consigli pastorali collegati, affrontando anche il tema delle unità pastorali. La convocazione è rivolta in modo particolare ai membri dei Consigli pastorali, possibilmente convocati a livello di unità pastorale (in una delle parrocchie della zona). Clicca per saperne di più sulla diretta e scarica il testo della preghiera che apre e chiude il collegamento

Dalla Ghiara alle unità pastorali

DALLA GHIARA ALLE UNITÀ PASTORALI
OMELIA DI INIZIO ANNO PASTORALE DEL VESCOVO MONS. MASSIMO CAMISASCA

È iniziato sotto lo sguardo materno di Maria, nella festa della sua Natività, l’anno pastorale della Chiesa di Reggio Emilia-Guastalla. Nella Messa solenne presieduta martedì nel Santuario della Beata Vergine della Ghiara, il Vescovo ha indicato i temi che caratterizzeranno il cammino della Diocesi, soffermandosi in particolare sul prossimo Giubileo straordinario della misericordia, quale «esperienza viva della vicinanza del Padre», secondo la definizione del Papa. Nell’omelia Camisasca ha ricordato l’imminente inizio della sua prima Visita pastorale, come modalità di accompagnamento del cammino delle unità pastorali. Intanto anche il Tavolo diocesano di Coordinamento per la Custodia del Creato fa conoscere le sue proposte.

Il Vescovo invita i giovani in Cattedrale ad ciclo di catechesi dal titolo «LI AMO' SINO ALLA FINE»

IL VESCOVO INVITA I GIOVANI IN CATTEDRALE AD CICLO DI CATECHESI DAL TITOLO «LI AMO' SINO ALLA FINE»

Desidero rivolgere un invito ai giovani e a tutti quanti vorranno vivere con me quattro momenti durante la Quaresima: 27 febbraio, 6, 13 e 20 marzo, in Cattedrale, nella nostra Cattedrale, alle 20.45. Quattro momenti per camminare assieme verso la Pasqua.

LA GIOIA DEL NATALE: DIO È RIMASTO INCARNATO

Omelia del nostro Vescovo Massimo Camisasca per il giorno di Natale.
Guastalla – Chiesa dei Servi, 25 Dicembre 2014

La lettera pastorale del Vescovo

LA LETTERA PASTORALE DEL VESCOVO

“Il dono del diaconato permanente” pubblicata da monsignor Massimo Camisasca significativamente in data 4 ottobre, festa di san Francesco d’Assisi, diacono.
La Diocesi di Reggio Emilia mette a disposizione alcune copie della Lettera Pastorale sul diaconato di Mons. Massimo Camisasca. Per richiedere una o più copie scrivere a (costo euro 5,00): Segreteria Vescovado, Via Vittorio Veneto 8,42121 Reggio Emilia. Oppure inviare una mail al seguente indirizzo di posta elettronica: segreteriaministeri@diocesi.re.it

Camisasca: il cammino della vocazione

CAMISASCA: IL CAMMINO DELLA VOCAZIONE

Ho sempre visto la mia vita segnata da un’unica vocazione che si è sviluppata attraverso nuove scoperte e nuove domande da parte di Dio. Mi viene alla mente un paragone: i missili, che eravamo abituati a vedere qualche decennio fa sulle rampe di lancio dei centri spaziali. Quando partivano, si sganciava uno stadio, poi un altro, poi un altro. Così è la vita, attraverso una serie di avvenimenti imprevisti si è lanciati verso nuove strade e nuove donazioni.

Il sacerdote e la vita delle famiglie

IL SACERDOTE E LA VITA DELLE FAMIGLIE

Dall’omelia del Vescovo Massimo nella Messa crismale del 17 aprile.

Crisi: una opportunità per riscoprire l'essenziale

CRISI: UNA OPPORTUNITÀ PER RISCOPRIRE L'ESSENZIALE

Mons. Camisasca ha scelto il tema della povertà per il suo primo "Discorso alla Città" pronunciato in occasione del Pontificale di San Prospero domenica 24 novembre nella Basilica dedicata all'amato Patrono della Città e della Diocesi di Reggio Emilia - Guastalla. Nella sua omelia mons. Camisasca ha anche proposto alcune strade di cambiamento per gli stili di vita individuali e collettivi.

IL VESCOVO MASSIMO E I GIOVANI

Su "Voci in dialogo", il canale diocesano su Youtube, è disponibile la registrazione integrale dell'incontro tra il Vescovo Massimo e i giovani del 25 ottobre. Monsignor Camisasca ha proposto una riflessione sul tema: "Chi sei o Signore? La vocazione di Paolo".

MESSAGGIO DI MONS CAMISASCA PER L’INIZIO DELL’ANNO SCOLASTICO

MESSAGGIO DI MONS CAMISASCA PER L’INIZIO DELL’ANNO SCOLASTICO

Cari studenti, insegnanti, presidi e tutti quanti lavorate nel mondo della scuola, inizia un nuovo anno scolastico. Diversi certamente saranno i sentimenti che suscita in voi questo nuovo appuntamento: per taluni forse è una fatica, per altri un’opportunità. Per tutti un lavoro. Vorrei che fosse per ciascuno un’occasione di conoscenza.

OMELIA NELLA SANTA MESSA DELLE CENERI CATTEDRALE DI REGGIO EMILIA, 13 FEBBRAIO 2013

I tre capisaldi del cammino quaresimale: elemosina, preghiera e digiuno.
In Cattedrale, il Vescovo Massimo ha presieduto la Messa delle Ceneri

INTERVISTA AL CORRIERE DELLA SERA DEL VESCOVO MASSIMO CAMISASCA

INTERVISTA AL CORRIERE DELLA SERA DEL VESCOVO MASSIMO CAMISASCA

Intervista di Aldo Cazzullo al vescovo di Reggio Emilia-Guastalla, Massimo Camisasca.
Corriere della sera del 3 febbraio 2013.

INCONTRO DEL VESCOVO CON I GIORNALISTI

INCONTRO DEL VESCOVO CON I GIORNALISTI

Sabato 26 gennaio il Vescovo ha incontro i giornalisti

1 di 2

“Accogliere non è solo darmi da fare ma lasciare ciò che è mio”

“ACCOGLIERE NON È SOLO DARMI DA FARE MA LASCIARE CIÒ CHE È MIO”

Il Papa riceve in piazza San Pietro la Famiglia vincenziana che festeggia i 400 anni: chi prega rimane «contaminato» da Dio e chi ama i poveri «non sta in poltrona a guardare»

PROLUSIONE. BASSETTI: LAVORO, FAMIGLIA, GIOVANI E MIGRANTI LE PRIORITÀ PER IL PAESE

La prima prolusione del presidente della Cei. Alle istituzioni: politiche innovative e concrete (come il fattore famiglia nel sistema fiscale). Migrazioni, bene i corridoi umanitari.

Cei, Bassetti vuole finire l’epoca delle “prolusioniˮ

CEI, BASSETTI VUOLE FINIRE L’EPOCA DELLE “PROLUSIONIˮ

Lunedì il cardinale apre i lavori del Consiglio permanente con il rituale discorso iniziale e pubblico. Ma è intenzionato a proporre ai vescovi di cambiare registro per favorire un dibattito più libero e collegiale.

Il piccolo Gabriel aveva scritto al Papa: “Non posso camminare nè parlare. Mi piacerebbe conoscerti”.

IL PICCOLO GABRIEL AVEVA SCRITTO AL PAPA: “NON POSSO CAMMINARE NÈ PARLARE. MI PIACEREBBE CONOSCERTI”.

Il Pontefice esce dal Vaticano a sorpresa per andare alla Fondazione Santa Lucia, specializzata nella neuro-riabilitazione di persone con deficit di movimento e cognitivi.
Il Pontefice ha esaudito il grande sogno del bimbo gravemente malato che gli aveva mandato una lettera disegnata. Gabriel, che non può «camminare» nè «parlare», sperava di incontrare un giorno Francesco...

Papa Francesco «Sui migranti grato all'Italia. Clima, uomo cieco e testardo»

PAPA FRANCESCO «SUI MIGRANTI GRATO ALL'ITALIA. CLIMA, UOMO CIECO E TESTARDO»

Sul volo al ritorno dalla Colombia papa Francesco parla anche dei "dreamers" Usa e del clima che cambia: l'uomo è un testardo che non vede. Africa «da non sfruttare».

“Colombia lasciati riconciliare, non temere verità e giustizia”

“COLOMBIA LASCIATI RICONCILIARE, NON TEMERE VERITÀ E GIUSTIZIA”

«Apri il tuo cuore di popolo di Dio» e lasciati «riconciliati». Papa Francesco si rivolge così alla Nazione colombiana: «Non temere la verità né la giustizia. Cari colombiani: non abbiate timore di chiedere e di offrire il perdono». Il Pontefice lancia questo appello al «Grande Incontro per la Riconciliazione Nazionale», nel secondo giorno della sua visita in Colombia.

ESCE IL 6 SETTEMBRE UN LIBRO DI DOMINIQUE WOLTON REALIZZATO CON IL PAPA - POLITICA E SOCIETÀ

Della genesi e dell’elaborazione del libro e dei suoi contenuti parla Dominique Wolton in un’intervista esclusiva al «Figaro» qui pubblicata nella sua integralità.

Le lettere autografe con le dimissioni preventive di Paolo VI

LE LETTERE AUTOGRAFE CON LE DIMISSIONI PREVENTIVE DI PAOLO VI

Il cardinale Re conferma l'esistenza dei due documenti. Montini temeva di restare a lungo inabile. Don Malnati, collaboratore del segretario del Papa: «Macchi ne parlò a Ratzinger che commentò: decisione saggia»

“Barcellona, Congo, profughi: Dio piange con noi e ci sorprende”

“BARCELLONA, CONGO, PROFUGHI: DIO PIANGE CON NOI E CI SORPRENDE”

All’Udienza generale il Papa prega anche per le persone colpite dal terremoto di Ischia e parla del Dio che fa nuove tutte le cose: «Noi cristiani siamo gente di primavera, non di autunno».
«Ho salutato qualcuno da Barcellona: quante notizie tristi da lì… ho salutato qualcuno del Congo: quante notizie tristi di là, per nominare soltanto due di voi che siete qui. Provate a pensare ai volti dei bambini impauriti dalla guerra, al pianto delle madri, ai sogni infranti di tanti giovani, ai profughi che affrontano viaggi terribili e sono sfruttati tante volte...».

Il Papa al G20: “Basta inutili stragi, la guerra non è una soluzione”

IL PAPA AL G20: “BASTA INUTILI STRAGI, LA GUERRA NON È UNA SOLUZIONE”

Lettera di Francesco ai capi di Stato riuniti ad Amburgo: «Fermare la corsa gli armamenti e dare la priorità a poveri e sfollati»
Basta con queste «inutili stragi» che ancora si sperimentano in ogni angolo del globo. Il grido di Benedetto XV all’indomani dello scoppio della prima Guerra mondiale si riverbera nel messaggio inviato oggi da Papa Francesco ai capi di Stato e di governo riuniti ad Amburgo per il G20, per aprire gli occhi sulle tragedie che gravano su popoli e nazioni. Come il Sud Sudan, il bacino del Lago Ciad, il Corno d’Africa e lo Yemen, «dove ci sono 30 milioni di persone che non hanno cibo e acqua per sopravvivere».

Pellegrini il 2-3 settembre sul sentiero del beato Rivi

PELLEGRINI IL 2-3 SETTEMBRE SUL SENTIERO DEL BEATO RIVI

Nei giorni sabato 2 e domenica 3 settembre è proposto a tutti, e in particolare agli studenti delle scuole secondarie superiori, un pellegrinaggio a piedi per affidare al materno amore della Vergine Maria e all’intercessione del beato Rolando, seminarista martire, il nuovo anno scolastico.
“Il Cammino di Rolando”, che ha una lunghezza complessiva di 32 chilometri, si svolge lungo i più bei sentieri matildici e attraverso alcuni degli angoli più suggestivi dell’Appennino emiliano.

CONCESSE ALTRE ORE A CHARLIE.

I genitori avevano chiesto del tempo per potersi accomiatare dal piccolo prima che i medici stacchino la spina. Veglie di preghiera in tutta Europa.
Una «proroga» per Charlie. Secondo quanto scrive il sito web del Daily Mail, i medici del Great Ormond Street Hospital hanno concesso ai genitori del bambino un tempo addizionale per potersi accomiatare dal figlioletto, prima che la decisione irrevocabile di staccare la spina ai macchinari che lo tengono in vita venga messa in atto. «Stiamo creando ricordi preziosi che porteremo con noi per sempre. Per favore - sono le parole dei genitori - rispettate la nostra privacy mentre ci prepariamo a dare il saluto finale a nostro figlio Charlie». Secondo la stessa fonte, la «proroga» di vita concessa al bimbo potrebbe durare per qualche giorno, forse l'intero fine settimana.

DON ROMANO: LA FELICITÀ DI ESSERE ACCANTO AGLI ULTIMI

Nell’ultima puntata di “Uomini di Dio, la trasmissione prodotta dal Centro Comunicazioni sociali della Diocesi per Telereggio, l’ospite è don Romano Zanni, vicario episcopale per la Carità e le Missioni, in dialogo con Matteo Daolio. Don Romano racconta la sua vocazione, la sua opera pastorale e parla della felicità nel donarsi ai più bisognosi.

MESSA A SANTA MARTA - SIAMO TUTTI PRESCELTI

«Ognuno di noi può dire “io sono uno scelto un prescelto, una prescelta”», con la certezza di un Dio che «gioca forte» fino «a legarsi a noi» facendosi autoprigioniero «per amore» e avendo come criterio «la piccolezza». Perché se «Dio si è fatto piccolo, solo i piccolo possono ascoltarne la voce». È «il grande mistero» che Francesco ha rilanciato nella messa celebrata venerdì mattina, 23 giugno, a Santa Marta.

FRANCESCO: DON MILANI, TESTIMONE DI CRISTO INNAMORATO DELLA CHIESA

Papa Francesco tratteggia la figura di don Lorenzo Milani, sacerdote toscano morto nel 1967 a soli 44 anni, priore a Barbiana, piccola frazione di montagna nel Mugello, dove avviò una scuola per i più poveri.

Papa canonizza Francesco e Giacinta Marto: Maria ci doni la pace e speranza

PAPA CANONIZZA FRANCESCO E GIACINTA MARTO: MARIA CI DONI LA PACE E SPERANZA

Papa Francesco ha canonizzato il 13/05717 i Beati Francesco Marto e Giacinta Marto a Fatima, davanti ad una folla immensa di fedeli accorsi al Santuario Mariano in occasione del pellegrinaggio del Papa nel 100.mo delle apparizioni della Vergine nella località portoghese.

Le agenzie internazionali: «Le Ong in mare sono essenziali per salvare vite»

LE AGENZIE INTERNAZIONALI: «LE ONG IN MARE SONO ESSENZIALI PER SALVARE VITE»

Le istituzioni internazionali fanno quadrato in difesa delle Ong, dopo le accuse lanciate in questi giorni. Da Frontex all’Oim, in tanti riconoscono il ruolo cruciale svolto dalle imbarcazioni pronte a soccorrere profughi in mare aperto.

Cresce l'attesa in Egitto per il viaggio del Papa

CRESCE L'ATTESA IN EGITTO PER IL VIAGGIO DEL PAPA

Cresce in Egitto l’attesa per il viaggio che Papa Francesco compirà il 28 e 29 aprile.

PAPA FRANCESCO ALL'UDIENZA GENERALE: CHI AMA PERDE POTERE

La speranza nasce dalla Croce:
“Non c’è altra via per vincere il male e dare speranza al mondo. Ma voi potete dirmi: ‘No, è una logica perdente!’. Sembrerebbe così, che sia una logica perdente, perché chi ama perde potere. Avete pensato a questo? Chi ama perde potere, chi dona, si spossessa di qualcosa e amare è un dono”.

Francesco in visita (a sorpresa) al centro per non vedenti

FRANCESCO IN VISITA (A SORPRESA) AL CENTRO PER NON VEDENTI

Si reca all’Ente Regionale Sant’Alessio – Margherita di Savoia per i ciechi (Roma). Il Papa vuole dare seguito ai «Venerdì della misericordia» del Giubileo.
Il Giubileo straordinario è finito, ma papa Francesco vuole dare seguito a una delle sue iniziative-simbolo: i «Venerdì della misericordia». Così, va a visitare il Centro Regionale Sant’Alessio – Margherita di Savoia per i ciechi (Roma).

1 di 38

Don Gabriele - Lettere dal Brasile
Lettere di Don Gabriele Burani parroco di Ipirá, Bahia, Diocesi di Ruy Barbosa.